“Era il 24 settembre 2019 quando, commossi tra gli applausi di familiari, amici e conoscenti, abbiamo tagliato il nastro per inaugurare il nascente progetto dal nome EduVita. Sono trascorsi due anni, un po’ bizzarri e sicuramente diversi da quello che immaginavamo, visto il trambusto pandemico; eppure 2 anni intensi, pieni di emozioni e traguardi quotidiani; piccole sfide e grandi soddisfazioni; tante nuove iniziative e inaspettate conoscenze e collaborazioni con partner locali e internazionali. Ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno condiviso con noi almeno un piccolo momento di questi due meravigliosi anni!”

Queste le parole che Hanna e Damiano, dedicano a tutti gli amici, colleghi, sostenitori, collaboratori e partner di EduVita in occasione del secondo compleanno dell’associazione. E nel frattempo, vorremmo approfittare di questa giornata speciale per raccontare EduVita anche e soprattutto a chi non ha ancora avuto l’opportunità di conoscere questa realtà e rispondere ad una domanda che spesso riceviamo. Ma EduVita cos’è?

EduVita è un piccolo sogno fatto realtà, nato dalla visione e dalla sinergica collaborazione di tre giovani, due salentini Damiano e Giada, e Hanna, una bielorussa trasferitasi a Lecce, che nel 2018 vincono il bando PinGiovani, con un’idea del tutto innovativa per il Salento.

Di fatti, osservando la realtà locale, i tre giovani notano che i senior sono una risorsa cospicua e fondamentale di un territorio come il Salento così radicato nelle tradizioni e nell’unicità della sua storia; eppure manca uno spazio che si prenda cura e valorizzi queste risorse, riconducendole ad un ruolo di centralità e partecipazione attiva nello sviluppo della comunità locale, nazionale ed internazionale. Ma soprattutto, il territorio ha bisogno di uno spazio in cui le generazioni adulte possano dialogare con quelle più giovani ed esplorare le realtà oltre i confini locali, grazie al contatto con altre culture.

Questo spazio adesso ha un nome. Si chiama EduVita e oggi compie due anni.

Molto interessante! Ma nel concreto cosa fa EduVita?

Potremmo suddividere le attività che attualmente EduVita opera in alcune principali macrocategorie:

Educazione permanente

Formazione degli educatori

Progetti di ricerca internazionali

Apprendimento intergenerazionale

EDUCAZIONE PERMANENTE:

EduVita crea e offre corsi e opportunità formative rivolte ai senior, per promuovere lo sviluppo di quelle competenze ormai indispensabili ad una vita sociale inclusiva e partecipativa; ad esempio, corsi sull’accessibilità digitale e le competenze digitali basiche, tra cui usare uno smartphone o un computer; oppure corsi linguistici di inglese e russo per favorire il multilinguismo anche negli adulti.


FORMAZIONE DEGLI EDUCATORI:

a livello locale, EduVita corsi di formazione specifici per gli educatori, tra cui ad esempio il corso Eipass per le competenze informatiche o la certificazione di inglese ESOL livelli B2, C1 e C2. Inoltre, sia localmente che a livello europeo EduVita è un centro specializzato nella formazione degli educatori per adulti. Di fatti, il lifelonglearning è un’area formativa di recente sviluppo, con bisogni e metodologie specifiche e diverse dal concetto di educazione a cui siamo più abituati; di conseguenza, in risposta alla sempre crescente domanda da studenti senior si registra una scarsa presenza di educatori adeguatamente preparati a rispondere con le giuste competenze e attitudini a questi bisogni educativi. E da questa considerazione, giungiamo alla prossima macrocategoria.

PROGETTI DI RICERCA INTERNAZIONALE

EduVita è attualmente partner in diversi progetti europei Erasmus+, nell’ambito dei quali educatori professionisti, esperti, ricercatori, Università e istituzioni di formazione da tutta Europa, collaborano per condividere le buone pratiche di educazione permanente, indagare e analizzare i bisogni della comunità europea, sviluppare nuove metodologie e nuove risorse per supportare apprendenti ed educatori. Questi progetti di ricerca abbracciano le aree più disparate: dal family learning al patrimonio culturale, dalla digital literacy all’arte-terapia al pensiero critico. Inoltre, grazie alla partecipazione in questi programmi, EduVita offre a educatori e ricercatori l’opportunità di partecipare in prima persona a corsi di formazione ed esperienze Erasmus+ all’estero.

Dulcis in fundo, EduVita è coordinatore del progetto Erasmus+ “Intergenerational Bridge:Connect to Create”, ideato per lo scambio di buone pratiche sull’educazione intergenerazionale, tema che ci conduce al prossimo punto.

APPRENDIMENTO INTERGENERAZIONALE

Uno degli aspetti che contraddistingue EduVita è sicuramente la vision intergenerazionale, ovvero il dialogo e il confronto tra giovani e adulti che, cooperando ed esplorandosi a vicenda, possono contribuire insieme ad uno sviluppo sostenibile della società. Di fatti, EduVita crea e promuove eventi, iniziative e contesti di formazione intergenerazionali, tra cui ad esempio i corsi di lingua in collaborazione con i giovani volontari ESC di Vulcanicamente, il progetto Vita-Diaries, il Declaro-Contest d’Arte Creativa o il book swap tra generazioni; tutte attività che mirano a solidificare quel ponte di connessione e scambio di cui hanno bisogno sia i giovani che gli adulti.

Se qualcuna di queste attività ha suscitato la tua curiosità puoi approfondire visitando il nostro sito, seguirci su Instagram e Facebook oppure iscriverti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato con le nostre novità. Se vuoi condividere riflessioni, idee, domande lasciaci un commento o scrivici. Saremo felici di leggerti!

Nel frattempo di ringraziamo per aver condiviso con noi questa giornata speciale!

Buon compleanno EduVita!